venerdì, Dicembre 2, 2022
HomeRistoranti consigliatiRistorante La Madia Licata. Non una, ma due stelle Michelin!

Ristorante La Madia Licata. Non una, ma due stelle Michelin!

Aperto nel 2000 a Licata, il Ristorante La Madia si è fatto strada in fretta nel mondo dell'alta cucina. E c'è una ragione se lo Chef Pino Cuttaia può vantare ben 2 stelle Michelin, conquistate in rapida successione (la prima nel 2006 e la seconda già nel 2009!).

La Madia Licata, il ristorante dello chef Pino Cuttaia, si trova in Corso Filippo Re Capriata, 22 (indicazioni stradali). Parliamo di questo fantastico luogo che ha raggiunto, letteralmente, le stelle.

Lo chef del Madia, Pino Cuttaia, non cresce nell’ambiente della cucina come altri grandi nomi. Si forma invece a Torino, lavorando in fabbrica. Sembra un controsenso, eppure è proprio quel lavoro a ispirargli etica, professionalità e precisione, elementi che poi unirà ad un piacere personale per la cucina e ad un pizzico di nostalgia per la propria terra, la Sicilia.

La sua cucina prende quindi forma nei ricordi dei sapori e dei profumi siciliani della sua infanzia, terra in cui è tornato ed ha aperto un locale che è ormai un ristorante famoso nel mondo. Oltre alle stelle Michelin infatti, Pino Cuttaia è stato nominato “Cuoco dell’Anno” dal Golosario nel 2013.

Piatto stellato, insalata di astice, piatto del ristorante La Madia
L’insalata di Astice dello chef Pino Cuttaia

Le sue ricette partono dalla sostenibilità, dalla stagionalità degli ingredienti, dall’accurata ricerca dell’ingrediente perfetto per creare, da un ricordo di un sapore, un piatto di alta cucina.

Nascono certamente da questa poesia interiore piatti ormai mitici come l’Arancina di Riso con Ragù di Triglia e Finocchietto Selvatico, o i Ravioli di Calamaro Ripieno di Tinniruma di Cucuzza (tenerumi di zucchina lunga) con Salsa di Acciughe.

Piatto stellato, piatto visto da vicino, arancino di riso stellato gourmet
Arancina di Riso con Ragù di Triglia e Finocchietto Selvativo, uno dei piatti simbolo di Cuttaia.

Va da sé che trovandosi in un ristorante stellato, e non con una ma ben due stelle Michelin da esibire, da La Madia Licata i prezzi non possono essere modici. Eppure, data la qualità e l’esperienza gastronomica offerta, i piatti dello Chef Cuttaia costano assolutamente il giusto.

Partiamo col dire che sono presenti tre menu degustazione (Illusione – 7 portate compreso il dolce, €130,00, Mare Inaspettato – 8 portate compreso il dolce, €150,00 e Scala dei Turchi, menu a firma dello chef che vuole essere un percorso dalla terra al mare, €170,00), e probabilmente se venite a provare la cucina di La Madia Pino Cuttaia allora dovreste scegliere tra questi.

Ma mettiamo che vogliate ordinare dal menu alla carta: che prezzi attendervi? Uno dei piatti di ingresso vi costerà €35,00, invece i primi vanno dagli €30,00 del buonissimo Tortello in Falso Magro ai €40,00 della Pasta Minestra di Pesce. Per i secondi si torna sui €35,00 e sicuramente da provare è il Nero dei Nebrodi Glassato al Sugo della Domenica.

Interno del Ristorante La Madia Licata, chef Pino Cuttaia
Le scritte che adornano la sala: “Il mio ingrediente segreto è la memoria”. “Ognuno dei miei piatti prova a raccontare una storia”.

I piatti che colpiscono di più? Anzitutto L’uovo di seppia: la geniale intuizione di creare un uovo esteticamente quasi identico ad uno tradizionale, ma che nasconde il tuorlo dietro un bianco fatto di seppia, rende incredibile un piatto che esteticamente potrebbe quasi apparire semplice.

Il tocco di classe è la base di tartufo sminuzzato su cui viene adagiato. Sembra proprio un uovo in un nido, ma le apparenze sono, mai come in questo caso, ingannevoli.

Un altro dei piatti iconici di Cuttaia di cui parlare è sicuramente il Quadro di Alici. Il nome dice tutto, dato che la presentazione di questo piatto non può che riportare alla mente grandi quadri della corrente astrattista (Kandinsky su tutti); ma in realtà è tutta arte culinaria, laddove Cuttaia decide di riprendere l’antica tecnica dei marinai siciliani per conservare le acciughe (acqua di mare e ghiaccio) invece di ricorrere alla tipica ma troppo forte marinatura in aceto e limone.

Piatto Quadro di Alici, arte, piatto chef, piatto stellato Michelin
Quadro di Alici: una vera e propria opera d’arte culinaria a firma dello Chef Cuttaia

Vengono poi date due ben precise spinte al sapore del piatto: la prima è l’uso della maionese di bottarga di tonno, la seconda è l’incredibile velo di sapore affumicato donato dal carbone di nero di seppia, ottenuto essiccando la vescica della seppia e polverizzandola.

Dopo aver parlato di tanti piatti meravigliosi, va segnalato che al ristorante La Madia Licata non mancano i dessert; fantastica è l’interpretazione dello chef di due piatti intramontabili come il tiramisù e il cannolo siciliano, quest’ultimo con l’inusuale forma di una cornucopia

Cannolo siciliano, cornucopia siciliana, cannolo a cornucopia, dessert ristorante La Madia
Anche un grande classico come il cannolo viene rivisitato, donandogli nuova estetica.

In conclusione, a Licata La Madia offre un’esperienza di ristorazione di livello assolutamente superiore, al passo dell’alta cucina mondiale e in grado di esibire senza timore la vicinanza al proprio territorio nell’elaborazione dei piatti.

Se non siete in cerca di “un ristorante” ma il vostro obiettivo è farvi coinvolgere in un viaggio sensoriale creato da una cucina straordinaria e dall’estro di un vero e proprio artista dei sapori, il ristorante dello chef Pino Cuttaia è ciò che fa per voi. Un ristorante stellato siciliano che è davvero un orgoglio per tutta l’isola.

Articoli Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popolari

Commenti Recenti